Cessione del credito

 
Novita' 2020 Ecosismabonus 2020/2021 detrazione del 110%
 
 
Cessione del credito Ecosismabonus 2018/2021 per il condominio* 
 
 
Perche’ aspettare?Affidati alla nostra azienda per ottenere tutti i vantaggi!
 
 
 
Soluzione 1
- Rifacimento copertura isolamento del tetto €. 100.000,00 
- Valore di detrazione fiscale 65% €. 65.000,00 (il condominio cederà il 100% della detrazione fiscale che avrebbe recuperato in 10anni)
- Sconto riconosciuto sul contratto di fornitura €. 45.500,00 (70% del valore di detrazione)
- Nuovo valore contrattuale €. 54.500,00
 
Il condominio cedendo la Detrazione Fiscale paghera' €. 54.500,00 anziche'  €. 100.000,00.
 
Soluzione 2*
- Realizzazione isolamento a cappotto €. 90.000,00 
- Valore di detrazione fiscale 70% €. 63.000,00 (il condominio cederà il 100% della detrazione fiscale che avrebbe recuperato in 10anni)
- Sconto riconosciuto sul contratto di fornitura €. 44.100,00 (70% del valore di detrazione)
- Nuovo valore contrattuale €. 45.900,00
 
Il condominio cedendo la Detrazione Fiscale paghera' €. 46.000,00 anziche' €. 90.000,00.
 
 
Disponiamo di soluzioni per finanziare la restante quota spettante al condominio.
 
 
Sai che esiste la possibilita' di trasformare fiscalmente anche un abitazione di poche unita' in condominio?
Chiedici una consulenza sapremo darti tutte le informazioni.
 
Cessione del credito benefici e vantaggi per il condominio:
 
L’Eco-Sismabonus 2018/2021 permette di detrarre in 10 anni dal 50% al 85% delle spese sostenute per gli interventi di riqualificazione nel tuo condominio, dalla sostituzione dell'impianto di riscaldamento all’installazione del cappotto termico, passando per gli interventi per la riduzione del rischio sismico. Grazie alla cessione del credito d’imposta non dovrai preoccuparti di come e in quanto tempo recuperare quanto speso. Se ti affidi al nostro team per i lavori di riqualificazione energetica e di messa in sicurezza sismica nelle zone ad alto rischio, il tuo condominio si troveràa sostenere soltanto la parte dei costi non coperta dagli incentivi Eco-sismabonus.Gli interventi per i quali è prevista la cessione del credito sono diversi, così come gli incentivi riconosciuti per ciascuno di loro. Si arriva, ad esempio, ad una detrazione dell’85% per quanto riguarda gli interventi di miglioramento di 2 classi sismiche se effettuati contestualmente all'installazione del cappotto termico, intervento ideale per diminuire le dispersioni termiche e ridurre il fabbisogno di riscaldamento invernale e raffrescamento estivo.Per quanto concerne l’impianto di riscaldamento centralizzato, si va dal 50% al 65%
 
per installazioni di caldaie a condensazione di almeno Classe A e del 65% in presenza di installazione di pompe di calore. La stessa percentuale di detrazione è prevista anche per i sistemi di building automation e collettori solari, mentre per finestre e infissi l’incentivo è del 50%.Ma cos’è esattamente la cessione del credito? Si tratta della possibilità riconosciuta al beneficiario della detrazione,di cedere il credito corrispondente alla detrazione ai fornitori di beni e servizi che realizzano l’intervento.Possono beneficiare della “cessione del credito” tutti i contribuenti che vogliono eseguire interventi di riqualificazione sulle parti comuni degli edifici condominiali. Il contribuente può pertanto cedere l’intera detrazione calcolata sulla base della spesa approvata dall’assemblea di condominio per l’esecuzione dei lavori, oppure sulla base delle spese sostenute dal condominio nel periodo d’imposta.Come avviene la cessione del credito? Il condòmino comunica all’amministratore di condominio, entro il 31 dicembre dell'anno di riferimento, l’avvenuta cessione del credito e l'accettazione del cessionario, indicando tutti i dati identificativi. Sarà quindi cura dell’amministratore di condominio, tramite apposito software pensato ad hoc,comunicare all’Agenzia delle Entrate, entro il 28 febbraio, i dati di chi acquista il credito (ovvero il cessionario) insieme alla sua accettazione e all’importo dello stesso, sulla base delle spese sostenute dal condominio entro il 31 dicembre dell'anno precedente. L’Amministratore quindi consegnerà al condòmino la certificazione delle spese riferite ai lavori sostenuti, indicando il protocollo telematico con il quale è stata effettuata la comunicazione.L’Agenzia delle Entrate rende visibile, nel “Cassetto fiscale” del cessionario il credito a lui ceduto che potrà utilizzare solo a seguito della relativa accettazione con le funzionalità rese disponibili nel medesimo “Cassetto fiscale”. Il cessionario può disporre del credito dal 10 marzo dell’anno successivo a quello in cui il condominio ha sostenuto la spesa e nei limiti in cui il condòmino cedente abbia contribuito al relativo sostenimento.È ammessa una sola cessione del credito successiva a quella originaria, con gli stessi limiti e gli stessi criteri validi per la prima cessione.In questo modo,il condominio vedrà ridursi drasticamente la cifra da sostenere per gli interventi di riqualificazione
 e/o messa in sicurezza sismica, con conseguente impatto positivo sul bacino d’utenza di persone che potranno accedere a questo tipo di interventi. Inoltre, non può che essere di sicuro vantaggio avere un’unico interlocutore e fornitore di una tale variegatura di servizi, dalla consulenza energetica alla progettazione dell’intervento, dalla fornitura di prodotti alla realizzazione delle opere civili, dal supporto nella gestione delle pratiche amministrative fino ad arrivare alla cessione del credito fiscale maturato per gli specifici interventi effettuati.In poche parole, con l’Eco-sismabonus e la cessione del credito d’imposta,puoi migliorare il comfort della tua casa,valorizzare il tuo immobile, risparmiare sui consumi e garantire alla tua famiglia tutta la sicurezza che si merita.
 
Perche’ aspettare?Affidati alla nostra azienda per ottenere tutti i vantaggi!
 
 
 
 
*salvo accettazione dopo verifica dei requisiti di ogni singola richiesta di efficientamento energetico